Materiali

21 gennaio 2016

Regione Toscana: finanziamento di interventi formativi in materia di sicurezza e salute sul lavoro

Con Decreto dirigenziale n. 6343 del 23/12/2015, pubblicato sul supplemento al BURT n. 1 del 07/01/2016, sono stati approvati due avvisi pubblici per il finanziamento di interventi formativi inerenti la sicurezza e la salute sul lavoro. I bandi fanno riferimento alla Legge 236/93.

1) Bando “Interventi formativi per la sicurezza mediante voucher aziendali”

Possono presentare domanda tutte le imprese assoggettate al versamento dello 0,30% sul monte salari all’INPS, quale contributo integrativo per l’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria, a fronte di azioni formative riguardanti esclusivamente la formazione aggiuntiva sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
I voucher aziendali devono essere spesi presso agenzie formative accreditate.

E’ riconosciuto, per ciascun voucher aziendale, un importo massimo di contributo pubblico pari ad euro 3.000,00 per ogni lavoratore ed un massimo di 5 voucher per impresa.

In caso di opzione per il regime “de minimis”, il contributo coprirà il 100% dei costi ammissibili; in caso di opzione per il regime di “aiuti alla formazione” (ai sensi del Reg. UE 651/2014), il contributo sarà concesso nel rispetto delle seguenti percentuali massime, espresse in percentuale sulle spese ammissibili: 70% per le piccole imprese, 60% per le medie imprese, 50% per le grandi imprese.

Le domande saranno presentate, esclusivamente in forma cartacea alla Regione Toscana Settore Formazione e Orientamento, Via G. Fico della Mirandola 24, Firenze.
Le domande potranno essere presentate a mano, nell’orario 9-13 nei giorni dal lunedì al venerdì presso l’indirizzo sopra indicato, o per posta raccomandata.
Scadenza entro e non oltre le ore 13.00 del 15 marzo 2016.
Fa fede il timbro dell’ufficio postale accettante.

2) Bando “Interventi di formazione per la sicurezza”
Possono presentare domanda le agenzie di formazione accreditate e/o le imprese assoggettate al versamento dello 0,30% sul monte salari all’INPS, quale contributo integrativo per l’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria.

Sono ammissibili i progetti formativi rivolti ai lavoratori e ai datori di lavoro, finalizzati all’aggiornamento e alla qualificazione sulle tematiche della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, al fine di promuovere la consapevolezza circa la complessità del tema “sicurezza” e l’importanza di comportamenti corretti per prevenire i rischi presenti nell’ambiente di lavoro.

In caso di opzione per il regime “de minimis”, il contributo coprirà il 100% dei costi ammissibili; in caso di opzione per il regime di “aiuti alla formazione” (ai sensi del Reg. UE 651/2014), il contributo sarà concesso nel rispetto delle seguenti percentuali massime, espresse in percentuale sulle spese ammissibili: 70% per le piccole imprese, 60% per le medie imprese, 50% per le grandi imprese.

Le domande saranno presentate, esclusivamente in forma cartacea alla Regione Toscana Settore Formazione e Orientamento, Via G. Fico della Mirandola 24, Firenze.
Le domande potranno essere presentate a mano, nell’orario 9-13 nei giorni dal lunedì al venerdì presso l’indirizzo sopra indicato, o per posta raccomandata.
Scadenza entro e non oltre le ore 13.00 del 15 aprile 2016.
Fa fede il timbro dell’ufficio postale accettante
.

Download

Download

Documenti: ,