Materiali

20 luglio 2016

Decreto della Direzione Lavoro della Regione Toscana finalizzato all’ottentimento anticipo CIGS solidarietà, crisi o riorganizzazione, stipendi

Requisiti:

a. nel caso di “Anticipi CIGS per Crisi o Riorganizzazione”: essere dipendenti da imprese che ricorrono alla CIGS con causale Crisi o Riorganizzazione, e che abbiano una situazione finanziaria ostativa all’anticipazione del trattamento di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS); tali imprese devono aver stipulato un verbale di esame congiunto ai sensi dell’art. 24 del D.lgs. 148/2015 in cui sia previsto che l’impresa richiederà il pagamento diretto. Non possono essere presentate domande relative a periodi di CIGS per i quali il Ministero del Lavoro abbia già emanato il decreto di autorizzazione;

b. nel caso di “Anticipi per Solidarietà”: essere dipendenti di imprese che ricorrono alla CIGS con causale contratto di solidarietà attraverso la stipula di un contratto collettivo aziendale avente ad oggetto la riduzione dell’orario di lavoro, e che abbiano una situazione finanziaria ostativa all’anticipazione del trattamento di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS); tali imprese devono aver stipulato un contratto collettivo aziendale ai sensi dell’art. 21, comma 5, del D.lgs. 148/2015, in cui sia previsto che l’impresa richiederà il pagamento diretto. Non possono essere presentate domande relative a periodi di CIGS per i quali il Ministero del Lavoro abbia già emanato il decreto di autorizzazione;

  1. nel caso di “Anticipi Stipendi”: essere privi della retribuzione spettante da un minimo di 2 mesi. Le Organizzazioni Sindacali dovranno presentare una relazione relativa alla situazione aziendale che motivi la necessità di accedere al Fondo.

Nel decreto troverete tutte le modalità operative per le eventuali richieste.

Download

Documenti: ,