Materiali

Approvazione dell’Avviso pubblico per la concessione di incentivi alle imprese e/o ai datori di lavoro nelle aree di crisi della Regione Toscana a sostegno dell’occupazione per l’anno 2016 e dell’Accordo di Delega tra Regione Toscana e Sviluppo Toscana

settembre 8th, 2016 by Maria Luisa Francini

Avviso pubblico della Regione Toscana destinato a sostenere l’occupazione, tramite incentivi, nelle aeree di crisi. I soggetti beneficiari sono le imprese che hanno sede legale ed operativa unicamente nelle aeree di crisi individuate, (v. art. 3), mentre all’art. 4 sono individuati i soggetti destinatari.

Le richieste dovranno essere presentate unicamente on-line utilizzando la piattaforma di Sviluppo Toscana.

Scade alle ore 12,00 del 30\12\2016.

POR FSE 2014-2020. Approvazione avvisi pubblici attuativi della formazione strategica nelle fi liere: Agribusiness, Carta, Marmo, Meccanica ed Energia, Turismo e Cultura

settembre 2nd, 2016 by Maria Luisa Francini

 

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

Regione Toscana – Direzione Istruzione e Formazione

Settore Programmazione Formazione Strategica e Istruzione e Formazione Tecnica superiore

 

Ministero dello Sviluppo Economico: riaperto il bando grandi progetti R&S a valere sulle risorse del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI)

settembre 2nd, 2016 by Maria Luisa Francini

Con decreto direttoriale 14 luglio 2016 sono fornite, ai sensi dell’art. 8, comma 2, del decreto ministeriale 24 luglio 2015, le istruzioni per l’attuazione degli interventi di cui ai decreti ministeriali 15 ottobre 2014 a valere sulle risorse del FRI e indicati i termini per la riapertura dei bandi.

I bandi sospesi rispettivamente nel dicembre 2015 e nel luglio 2015 per esaurimento risorse, sono ora riaperti con alcune modifiche apportate dal decreto ministeriale 24 luglio 2015 e dal decreto 9 giugno 2016:

  • in  caso di presentazione del progetto congiuntamente da parte di più soggetti, ciascun partecipante deve concorrere con una quota della spesa non inferiore a euro 3.000.000,00
  • l’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato a copertura di una quota delle spese compresa tra 50% e 70%, accompagnato da un finanziamento bancario pari almeno al 10%, più un contributo alla spesa nella misura del 15% per le PMI e del 10% per le grandi imprese.

I progetti per i quali è stata presentata domanda di agevolazioni ai sensi del bando industria sostenibile, non agevolati per esaurimento delle risorse finanziarie disponibili, possono essere  ripresentati a valere sul nuovo bando, entro e non oltre tre mesi dal termine iniziale di presentazione delle domande: sono considerate valide, ai fini dell’avvio del progetto, la data della domanda originaria e, per i progetti congiunti, la quota minima dei costi complessivi ammissibili a carico di ciascun co-proponente prevista dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 15 ottobre 2014 (qualora presentati congiuntamente da più soggetti, ciascun proponente deve sostenere almeno il 10 per cento dei costi complessivi ammissibili).

La domanda di accesso alle agevolazioni deve essere presentata, dalle ore 10,00 alle ore 19,00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 26 ottobre 2016, in via esclusivamente telematica selezionando una delle due procedure (bando Agenda digitale o bando Industria sostenibile) disponibili nel sito internet del Soggetto gestore.

Le attività per la predisposizione delle domande possono essere avviate dai soggetti proponenti a partire dalle ore 10,00 del 12 ottobre 2016

Decreto della Direzione Lavoro della Regione Toscana finalizzato all’ottentimento anticipo CIGS solidarietà, crisi o riorganizzazione, stipendi

luglio 20th, 2016 by Maria Luisa Francini

Requisiti:

a. nel caso di “Anticipi CIGS per Crisi o Riorganizzazione”: essere dipendenti da imprese che ricorrono alla CIGS con causale Crisi o Riorganizzazione, e che abbiano una situazione finanziaria ostativa all’anticipazione del trattamento di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS); tali imprese devono aver stipulato un verbale di esame congiunto ai sensi dell’art. 24 del D.lgs. 148/2015 in cui sia previsto che l’impresa richiederà il pagamento diretto. Non possono essere presentate domande relative a periodi di CIGS per i quali il Ministero del Lavoro abbia già emanato il decreto di autorizzazione;

b. nel caso di “Anticipi per Solidarietà”: essere dipendenti di imprese che ricorrono alla CIGS con causale contratto di solidarietà attraverso la stipula di un contratto collettivo aziendale avente ad oggetto la riduzione dell’orario di lavoro, e che abbiano una situazione finanziaria ostativa all’anticipazione del trattamento di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS); tali imprese devono aver stipulato un contratto collettivo aziendale ai sensi dell’art. 21, comma 5, del D.lgs. 148/2015, in cui sia previsto che l’impresa richiederà il pagamento diretto. Non possono essere presentate domande relative a periodi di CIGS per i quali il Ministero del Lavoro abbia già emanato il decreto di autorizzazione;

  1. nel caso di “Anticipi Stipendi”: essere privi della retribuzione spettante da un minimo di 2 mesi. Le Organizzazioni Sindacali dovranno presentare una relazione relativa alla situazione aziendale che motivi la necessità di accedere al Fondo.

Nel decreto troverete tutte le modalità operative per le eventuali richieste.

Bando per progetti di efficientamento energetico degli immobili

giugno 30th, 2016 by enrico

Convegno 26 maggio 2016 – LA NUOVA ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA TURISTICO DELLA REGIONE TOSCANA opportunità per le imprese cooperative

giugno 21st, 2016 by Maria Luisa Francini

interventi:

-  il nuovo sistema di accoglienza e informazione turistica sovra comunale previsto dalla normativa regionale – Stefano Romagnoli / Responsabile del settore promozione turistica, legislazione turismo e commercio della Regione Toscana

- il piano promozionale turistico 2016 -  Alberto Peruzzini / Direttore Toscana Promozione Turistica

-  il progetto “toscana ovunque bella“ -  Paolo Chiappini / Direttore Fondazione Sistema Toscana

- il progetto “etruschi” – Raffaele Mannelli/valorizzazione del sistema turistico

- Sharing Tuscany Giacomo Billi /Presidente

- Nuovi impegni per i comuni – Francesca Basanieri / Responsabile Turismo e marketing territoriale di Anci Toscana, Sindaco di Cortona

- POR – CREO 2014-2020

- PROGRAMMA COSME

 Simonetta Baldi/ dirigente politiche orizzontali di sostegno alle imprese – Regione Toscana

 Elisa Nannicini/dirigente ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico – Regione Toscana

Materiale consegnato all’incontro:

Conto Termico 2.0: via libera alle domande

giugno 8th, 2016 by Maria Luisa Francini

Dal 31\05 u.s. è entrato in vigore il Conto Termico 2.0, che incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili Disciplinato con il decreto 16 febbraio 2016

Sabatini – ter: materiali informativi

giugno 6th, 2016 by Maria Luisa Francini

Dal 2 maggio u.s. sono modificate  le modalità della agevolazione di cui all’oggetto.

Troverete la nuova impostazione ricordando che tale agevolazione è riservata unicamente a tutte le PMI operanti in tutti i settore economici, compresa la pesca.

POR CReO FESR 2014-2020 – Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili.

maggio 31st, 2016 by Maria Luisa Francini

Bando Internazionalizzazione 2016: POR FESR 2014-2020 – Azione 3.4.2 sub a) e sub b)

aprile 11th, 2016 by Maria Luisa Francini

Finalità dell’intervento

La Regione Toscana con il presente bando, approvato con D.D. 1540 del 22/03/2016 intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento finalizzati all’internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI), in attuazione della linea d’intervento 1.2.a.2 del PRSE 2012-2015 e della linea di azione 3.4.2 sub a) e sub b) del POR CReO Fesr 2014-2020, in conformità alle disposizioni comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia nonché dei principi di semplificazione e di riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese. In particolare, l’obiettivo perseguito dalla Regione Toscana consiste nella concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, anche nella forma di voucher (limitatamente alle spese rivolte a fornitori nazionali), ai sensi del Regolamento n. 1407/2013, della Commissione relativo all’applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato agli aiuti d’importanza minore (“de minimis”).

Dotazione Finanziaria

La dotazione finanziaria complessivamente disponibile per l’apertura del bando per l’annualità 2016 sull’azione 3.4.2 POR Creo Fesr 2014-2020 è pari ad € 1.435.860,89 così ripartiti:

  • per l’Azione 3.4.2. sub a) denominata “Internazionalizzazione del sistema produttivo regionale: aiuti export MPMI manifatturiero”: l’importo di € 396.508,82
  • per l’Azione 3.4.2. sub b) denominata “Internazionalizzazione e promozione sui mercati esteri del sistema dell’offerta turistica delle MPMI”: l’importo di € 1.039.352,07.

Al fine di aumentare l’efficacia dell’intervento finanziario, le risorse finanziarie possono essere incrementate mediante:

  • le economie che si verranno a determinare sui bandi dell’azione 3.4.2 destinate (salvo diverso indirizzo della Giunta Regionale) agli stessi annualmente aperti e al finanziamento delle relative graduatorie attive;
  • le eventuali economie di stanziamento, di cui all’Azione 3.4.2 POR Creo Fesr 2014-2020 relative all’annualità 2015, nel rispetto delle caratteristiche ed entità dell’aiuto, tramite apposito provvedimento, a seguito dell’approvazione del rendiconto 2015 per il tramite della legge di assestamento del Bilancio 2016.

Destinatari

Possono presentare domanda Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in forma singola o associata in RTI/ATS, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi, Società Consortili (costituiti o costituendi), esercitanti un’attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO ISTAT 2007:

  • SEZ. B Estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione del gruppo 05.1, 05.2 e della classe 08.92
  • SEZ. C Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1
  • SEZ. D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • SEZ. E Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
  • SEZ F Costruzioni
  • SEZ I Servizi di alloggio e ristorazione, limitatamente ai codici 55.1, 55.2, 55.3, 55.9
  • SEZ. H Trasporto e magazzinaggio ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, e 53.2
  • SEZ. J Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9 e 63.9
  • SEZ. M Attività professionali, scientifiche e tecniche
  • SEZ N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente ai codici 79 e 82.3
  • SEZ. R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente ai gruppi 90.03.02 e 93.29.20
  • SEZ. S Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1

ed in possesso dei requisiti di ammissibilità disciplinati ai paragrafi 2.1 e 2.2 del presente bando.

Localizzazione

Tutto il territorio della Regione Toscana.

Spese ammissibili

Per la definizione dei servizi e delle attività ammissibili per ciascuna specifica tipologia si rimanda alla sezione C del Catalogo approvato con D.D. 1389 del 30/03/2016. Le spese per l’acquisizione di servizi all’internazionalizzazione ammissibili all’aiuto conformemente a quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1407/2013 sono riconducibili alle seguenti tipologie:

  • C.1 – Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale
  • C.2 - Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
  • C.3 – Servizi promozionali
  • C.4 – Supporto specialistico all’internazionalizzazione
  • C.5 – Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

Si specifica è ammessa la partecipazione a fiere e saloni internazionali da svolgersi in Paesi esterni all’UE. E’ ammessa anche la partecipazione a Fiere e saloni nell’ambito dell’UE, purchè di rilevanza internazionale. Gli eventi che hanno sede in Italia di rilevanza internazionale sono elencati nel Calendario fieristico nazionale 2016 (allegato I).

Durata e termini di realizzazione del progetto

L’inizio del progetto è stabilito convenzionalmente nel primo giorno successivo alla data di pubblicazione sul BURT del provvedimento amministrativo di concessione dell’aiuto. Poiché le spese sono ammissibili dal giorno successivo alla data di presentazione dell’domanda di aiuto, i beneficiari dei contributi hanno la facoltà di dare inizio al progetto a decorrere dal giorno successivo alla data di inoltro della domanda, quindi in data anteriore alla pubblicazione sul BURT del provvedimento amministrativo di concessione dell’aiuto. Solo relativamente all’attività della tipologia C.1 del Catalogo relativa alle spese per la partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale, limitatamente alle spese per la locazione dello spazio espositivo, sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 01 aprile 2015. I progetti di investimento dovranno concludersi entro 12 mesi dalla data di pubblicazione sul BURT del provvedimento di concessione dell’aiuto, con possibilità di richiesta di proroga adeguatamente motivata comunque non superiore a 3 mesi.