Comunicati stampa,LegacoopServizi,News,Ufficio Stampa

25 giugno 2015

Legge delega sugli appalti, Bolzoni: “Valutazione positiva”

Senato_2

Lo scorso 18 giugno l’aula del Senato ha approvato il testo della Legge delega sul recepimento delle Direttive europee sugli appalti, passato ora alla Camera. Il Governo, dopo il via libera definito, dovrà emanare, entro aprile 2016, i Decreti Legislativi attuativi, vale a dire nuovo Codice degli Appalti e nuovo Regolamento Attuativo.

“Le novità per il settore dei servizi sono rilevanti – afferma Fabrizio Bolzoni, Presidente di Legacoop Servizi –. La valutazione che possiamo dare dell’attuale testo è positiva”.

Legacoop Servizi ha seguito in questi mesi, attraverso una pluralità di canali, l’evolversi dei lavori, dalla fase preparatoria delle direttive e durante il loro iter, per potere fornire la propria visione e le proprie priorità.
“Credo di potere dire – continua Bolzoni – che la nostra organizzazione, nell’ambito di questa intensa attività, ha svolto un ruolo non secondario, per presenza e contributo di merito. Approvate le direttive, abbiamo da subito cercato, insieme ad altre organizzazioni settoriali dei servizi, oltre che in sede Legacoop e Alleanza delle Cooperative, di interloquire sul piano delle istituzioni e del Parlamento sui contenuti della Legge delega”.

Un lavoro di collaborazione tra associazioni imprenditoriali del settore servizi, provenienti da mondi diversi, che ha portato alla redazione del “Manifesto dei servizi” e all’iniziativa “#ibuoniappalti, presentata ad aprile in Senato e che ha visto la presenza dei rappresentanti delle Istituzioni Governative, Parlamentari e di altri soggetti, quali l’Anac.

“Nel testo, oltre ad aspetti generali interessanti, c’è, per la prima volta, un’attenzione per il settore dei servizi. Se è vero – sottolinea Bolzoni – che ancora molto dell’articolato guarda ai lavori, finalmente però si riconosce che si deve tenere conto delle peculiarità dei tre macro comparti interessati dagli appalti: lavori, servizi, forniture”. Nella Legge delega è infatti espressamente indicato che il riordino del quadro normativo vigente deve tenere “…in debita considerazione gli aspetti peculiari dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture e dei diversi settori merceologici e di attività …”.

“Molti aspetti del testo – conclude Bolzoni – dovranno essere analizzati con estrema attenzione anche sotto il profilo tecnico giuridico. Auspichiamo soprattutto che i testi non siano, in futuro, sottoposti ad un vero e proprio “saccheggio”, come è stato compiuto negli ultimi anni, in termini di continue e ripetute modifiche. Non dimentichiamo – specifica Bolzoni – gli oltre duecento provvedimenti di modifica al codice e al regolamento vigente in 8 anni, per un totale di 500 e passa cambiamenti specifici e puntuali”.

Il testo della Legge delega sugli appalti approvato dal Senato

 

Argomenti: , , , ,